La nostra storia

Attraversa i nostri 40 anni

1979
La nascita di Cmatic

1979 - La nascita di Cmatic

Cmatic viene fondata nel 1979 nel cuore della Lombardia manifatturiera, di fatto è la prima azienda specializzata nella progettazione e nell’industrializzazione delle connessioni di alta qualità che si afferma in Brianza. Nata da un’intuizione di Orazio Confalonieri, negli anni Cmatic si espande e si trasforma da attività artigianale in vera e propria attività industriale il cui obiettivo è la progettazione, lo sviluppo e la produzione di raccordi per impianti pneumatici. Un’azienda che si vuole mostrare sempre sensibile alle richieste di un mercato in continua evoluzione, focalizzandosi sulla ricerca di nuovi materiali e sullo sviluppo di nuovi prodotti. L’obiettivo di Cmatic è quello di rivoluzionare gli schemi puntando verso l’innovazione.

1989
Tutto Cambia, si va verso l’Internazionalizzazione

1989 - Tutto Cambia, si va verso l’Internazionalizzazione

Siamo nel pieno degli anni 80, l’economia mondiale vola. Cmatic vanta importanti clienti nel food, nel packaging, nell’automotive e non solo. D’altro canto, non c’è settore che non si avvalga di automazione pneumatica e che non abbia bisogno di connessioni industriali. A porre l’Azienda di fronte a una nuova sfida è una primaria casa automobilistica: durante la produzione delle guarnizioni per raccordi viene impiegato un olio particolare che facilita la separazione dallo stampo. Tracce del silicone presente nel lubrificante, però, si raggrumano nelle guarnizioni generando grandi problemi negli impianti di verniciatura.  Il fondatore di Cmatic, Orazio, si reca di persona in Germania, dove esamina la situazione; la soluzione è semplice e geniale: il silicone viene sostituito da un altro prodotto. Una piccola rivoluzione che sprigiona effetti strabilianti. Tanto che oggi, a distanza di anni, lo standard silicone free è adottato da tutto il mercato. È il cosiddetto “passo in più” posseduto da chi sa applicare la giusta visione al proprio presente.

 

2000
Nuovi equilibri e la nuova leadership

2000 - Nuovi equilibri e la nuova leadership

Dal 1983 si fa avanti la seconda generazione di Cmatic, dapprima entra in Azienda Rita Confalonieri a cui seguiranno nel 1989 Gloria Confalonieri e, nel 2000, Filippo Confalonieri. È il momento di affermare una nuova regola: conquistare un mercato alla volta, senza mai fermarsi. Il confronto con i clienti stranieri, quelli tedeschi in particolare, tradizionalmente rigorosi ed esigenti, orienta l’organizzazione aziendale. Per aggiudicarsi commesse e fiducia è necessario migliorarsi in continuazione, distinguersi per emergere. Proprio per questo, la profonda consapevolezza di voler ottenere un sistema di gestione aziendale organizzato, porta Cmatic alla certificazione ISO 9001 già nel 1994. Ma non basta, Cmatic vuole puntare sempre più in alto.

 

2016
Una nuova Sede e rinnovati Obiettivi

2016 - Una nuova Sede e rinnovati Obiettivi

Dalla fabbrica di Carate Brianza allo stabilimento di Albiate fino alla prestigiosa sede di Giussano inaugurata nel 2016, la tecnologia si evolve senza sosta e in maniera intelligente, così come la capacità di innovarsi insita nel DNA Cmatic. Non bastano robot calati dall’alto, servono processi che portano ogni collaboratore a rispondere in modo coordinato e consapevole agli stimoli del mercato. Nel 2018, oltre al passaggio alla nuova versione ISO 9001:2015, Cmatic ottiene la certificazione per la gestione ambientale secondo la ISO 14001 a testimonianza dell’attenzione e della sensibilità dell’azienda per uno sviluppo industriale ecosostenibile.

 

2020
Verso il digitale e un futuro ricco di nuove sfide

2020 - Verso il digitale e un futuro ricco di nuove sfide

Ciascun raccordo è progettato con il carattere dell’esclusività in Cmatic. All’inizio era senz’anima. Passava di mano in mano a sacchi, a vagonate. Utile, certo, anzi indispensabile. Ma non bello. Poi, ecco la svolta. Alla qualità si aggiunge il valore della fantasia, della funzionalità e della bellezza. Il progresso è di casa in Cmatic e dal 2020 l’Azienda decide di puntare sul digitale per allargare il suo bacino di contatti e intraprendere una nuova sfida: diventare una realtà internazionale a 360°, disponibile 24h su 24. L’obiettivo è sempre lo stesso: prestare attenzione a ogni dettaglio, innovare, soddisfare i clienti e puntare verso un futuro all’insegna del design, dell’innovazione e della tecnologia di un’industria oramai 5.0.